La Meditazione sulle paure è uno strumento per esplorare le nostre emozioni e sviluppare una consapevolezza profonda. In questa pratica, ci immergeremo nelle paure che ci affliggono o ci proteggono, osservandole senza giudizio e cercando di comprendere il loro impatto sulla nostra vita. Attraverso questa consapevolezza, possiamo imparare a trasformare la paura in saggezza e compassione.

Meditazione sulla paure

  1. Posizione eretta e comoda: Troviamo un posto tranquillo dove sederci. Manteniamo la schiena eretta, ma senza tensione. Le mani possono riposare sulle ginocchia o nel grembo. Chiudiamo gli occhi o abbassiamoli leggermente.
  2. Focalizziamoci sul respiro: Portiamo l’attenzione sul respiro. Osserviamo l’entrata e l’uscita dell’aria. Calmiamo il corpo e la mente, lasciando andare le preoccupazioni e sviluppando una vigile consapevolezza
  3. Osserviamo la mente: Con gentilezza, iniziamo a osservare la mente. Ci sono emozioni legate alle paure? Pensieri? Ricordi di paure passate? Continuamo a osservare fino al suono di una campana, che ci accompagnerà nelle diverse fasi di questa meditazione.
  4. La paura specifica: Concentriamoci su una paura specifica. Osserviamo se questa paura ci blocca o ci protegge. Senza giudicare, ma soltanto osservando. Continuiamo fino al suono della prossima campana.
  5. La paura che blocca nella vita: Ora osserviamo una paura che ci blocca nella vita. Qual è la sua causa? Osserviamone la ragione, la causa:
    • può essere una cosa che abbiamo e non vogliamo,
    • una cosa che abbiamo e che abbiamo paura di perdere,
    • una cosa che non abbiamo e che abbiamo paura di non avere ,
    • una cosa che non abbiamo e che abbiamo paura di avere.
    • Sentiamo anche nel corpo come si manifesta questa paura. Osserviamo in profondità fino al suono della prossima campana.
  6. La paura che protegge: Osserviamo ora una paura che ci protegge e ci impedisce di agire in modo dannoso verso noi stessi o gli altri. Ancora una volta, osserviamo le sensazioni nel corpo. Continuiamo fino al suono della prossima campana.
  7. Riflessione finale: Da ultimo, riflettiamo sul fatto che la mente che ha osservato queste paure non ha mai avuto paura, è rimasta stabile e vigile. Siamo grati per questa consapevolezza.

Buona meditazione! 🙏🌟

REFERENZE

Meditazione sulla paure guidata da Sirimedho Stefano De Luca  e registrata nel gruppo di meditazione dell’Associazione Kalyanamitta il giorno 3 maggio 2024.

Può essere interessante praticare anche questa meditazione sulla paura.

Dopo la meditazione vi sono state delle riflessioni sulle paure sullo stesso tema:

Foto di copertina di EyeEm